• No products in the cart.
Secchezza oculare

Secchezza oculare: 5 buone abitudini per occhi sani

Ti sarà sicuramente capitato di sentir bruciare gli occhi e di cercare di eliminare questo fastidioso problema sciacquandoli con dell’acqua fredda o strofinandoli con le mani, senza nessun risultato evidente. Quando gli occhi iniziano a bruciare, il motivo principale potrebbe essere la secchezza oculare, un problema comune che può essere risolto adottando alcuni piccoli accorgimenti. In questo articolo analizzeremo nel dettaglio quali sono le cinque buone abitudini per occhi sani ideali per contrastare la secchezza oculare.

Cause e sintomi della secchezza oculare

Prima di analizzare quali sono le buone abitudini da adottare per avere occhi sani, cerchiamo di capire quali sono le principali cause che provocano la secchezza oculare. Le più comuni sono:

  • l’età
  • la menopausa
  • l’esposizione prolungata al sole
  • gli ambienti particolarmente secchi o eccessivamente ventosi
  • la luce blu dei dispositivi digitali
  • l’utilizzo frequente di lenti a contatto e make-up non anallergici
  • l’assunzione di farmaci per contrastare raffreddore o allergie.

In aggiunta a queste cause, la secchezza oculare può dipendere da interventi chirurgici o dalla presenza di alcune patologie, come la blefarite, la congiuntivite e l’artrite reumatoide. Ma anche dal fumo di sigaretta. Per capire se si soffre di secchezza oculare basterà prestare attenzione ad alcuni sintomi:

  • prurito
  • bruciore agli occhi
  • presenza di piccole lesioni
  • stanchezza oculare quando si legge o si lavora al pc
  • lgonfiore.

5 Buone abitudini per occhi sani

Per contrastare la secchezza oculare e favorire la lacrimazione è opportuno seguire attentamente alcuni consigli, così i tuoi occhi saranno sani e non dovrai più preoccuparti del rossore e del prurito.

1. Ridurre l’uso di make up e lenti a contatto

Per favorire la lacrimazione è sempre opportuno limitare l’utilizzo di make up, soprattutto matita e mascara che, con il caldo, possono seccarsi e rendere arrossati gli occhi. Prima di usare qualsiasi tipo di trucco per gli occhi è opportuno verificare che sia anallergico e che non contenga sostanze che possano danneggiare gli occhi. Il nostro consiglio è di testare il make up almeno una volta e se non si notano rossore o secchezza, continuare a usare il prodotto.

Anche le creme possono provocare gli stessi effetti del make up, soprattutto se contengono sostanze irritanti. Di conseguenza è opportuno acquistare un contorno occhi a base di ingredienti naturali che abbia una funzione idratante e nutriente.

Da non sottovalutare anche il momento in cui ci si strucca. Infatti, l’utilizzo di dischetti di cotone struccanti passati sull’occhio eliminano anche le lacrime asciugando l’occhio. È quindi buona norma dopo essersi struccati, umettare l’occhio per evitare un’eccessiva secchezza. Considerando anche che durante il sonno non si producono lacrime e pertanto il problema si acuisce è assolutamente fondamentale mantenere gli occhi idratati.

Oltre all’utilizzo frequente del make-up, la secchezza oculare potrebbe dipendere da un uso eccessivo delle lenti a contatto, soprattutto quelle morbide che coprono la cornea e impediscono la lacrimazione. Se si utilizzano per diverse ore al giorno le lenti a contatto, ti consigliamo di idratare l’occhio con gocce oculari lubrificanti o di indossare gli occhiali, così da favorire l’ossigenazione e la subitanea lacrimazione.

2. Proteggersi dal sole ed evitare ambienti secchi

Se hai notato che gli occhi sono molto arrossati e pruriginosi, per scongiurare il problema della secchezza oculare potrebbe essere utile indossare gli occhiali da sole, soprattutto quando si trascorre molto tempo all’esterno. Gli occhiali da sole non servono soltanto per schermarsi quando i raggi solari sono diretti e non si riesce ad avere una buona visibilità, ma sono perlopiù utili per proteggere gli occhi, quando ci si espone al sole.

I raggi solari sono in grado di far evaporare il film lacrimale, quindi è normale sentirli bruciare o avere prurito. Non soltanto l’esposizione solare può limitare la lacrimazione, ma anche la luce blu dei dispositivi digitali, come smartphone, pc e tablet, può generare la secchezza oculare. Per non stressare gli occhi mentre lavori al pc o utilizzi lo smartphone è molto utile indossare occhiali protettivi per la luce blu.

Anche la poca ventilazione degli ambienti può essere una causa di questo fastidioso disturbo, quindi è opportuno arieggiare le stanze, diverse volte al giorno. Oltre ad arieggiare gli ambienti è opportuno che vi sia la giusta ventilazione all’interno della casa, ma attenzione a non esagerare, perché anche l’umidità eccessiva potrebbe provocare la secchezza degli occhi.

3. Adottare un’alimentazione sana ed equilibrata

Per proteggere gli occhi e limitare l’insorgere della secchezza oculare, le buone abitudini iniziano a tavola. Per la salute degli occhi, è molto utile mangiare pesce, ricco di acidi grassi omega 3, alleati del benessere oculare. Ma anche frutta e verdure, fonte inesauribile di vitamine e sali minerali, non possono mancare. In linea generale, è necessario seguire un regime alimentare sano ed equilibrato, limitando l’apporto di grassi e zuccheri. Fondamentale è anche l’idratazione!

4. Utilizzare gli integratori alimentari fitoterapici per gli occhi

Oltre a seguire una dieta sana ed equilibrata, potrebbe essere molto utile assumere integratori alimentari fitoterapici, che forniscono il giusto apporto di vitamine, minerali e nutrienti necessari al benessere degli occhi. Gli integratori a base di vitamina A migliorano l’attività lacrimale e contribuiscono all’idratazione dell’occhio. Le vitamine B6, B12 e C sono utili per le loro proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che contrastano prurito e rossore.

5. Fare visite oculistiche periodiche

Se la secchezza oculare ti provoca molto prurito e senti gli occhi sempre stanchi e affaticati, oltre ad adottare buone abitudini, è sempre opportuno programmare visite periodiche presso un oculista. Una visita specialistica può verificare che non vi siano patologie che provocano la secchezza e al contempo terrai sempre sotto controllo la vista. Durante la visita oculistica, il medico verificherà che non sia necessario sostituire le lenti a contatto con dei modelli rigidi, che favoriscono una migliore lacrimazione o se vi sono dei problemi alla vista che bisogna correggere con l’utilizzo degli occhiali.

Stampa